Confini, muri e varchi relazionali

a cura di ITFB Bologna

FORMATORE: Tullia Toscani

DESTINATARI: Aperto a tutti

Ogni confine fisico è al contempo mentale e relazionale. Parlare di “confini” in psicologia significa soffermarsi su un concetto-interfaccia che richiama livelli diversi ma interconnessi dell’esperienza umana. L’unitarietà dell’individuo si forma nella qualità di legami definiti da confini familiari, culturali, sociali. Senza confini fisici, mentali e relazionali non sarebbe possibile crescere ed esplorare il mondo generando “contaminazioni” felici. Quando il “confine” perde la funzione importante di delimitare per differenziare, diventa “muro”, “barriera”. Le “contaminazioni” diventano infelici o terrifiche. Cosa succede allora nello scambio relazionale e nelle diverse forme del comunicare? L’essere umano è attratto e spaventato di fronte alle de-limitazioni. Il “confine” è spazio relazionale che significa luoghi, territori, geografie da esplorare con la curiosità del viaggiatore e la discrezione dell’ospite. Quando l’incertezza, il timore, diventano le qualità emergenti della relazione tra le persone allora “ i confini” diventano geografie relazionali deleterie: conflitti disperanti, disconnessioni, eliminazioni. Confrontiamoci in questo webcast al confine tra virtuale e reale.
Disponibile dopo l’acquisto sino al 31 dicembre 2018

Ascolta la presentazione del Corso in formato Audio

  • 25,00

    (iva inclusa)
    Carta di credito Visa
    Carta di credito Visa
    Carta di credito Visa
    Carta di credito Visa