La viticoltura e le variabili atmosferiche che la guidano

a cura di Assoenologi

FORMATORE: Luigi Mariani

DESTINATARI: Enologi

Misurare e interpretare le misure come base per ogni attività umana è uno dei lasciti fondamentali di Galileo Galilei, che non a caso era appassionato di viticoltura. Alla luce di ciò la lezione si propone anzitutto di offrire un inquadramento del sistema in cui opera il viticoltore (agro-ecosistema viticolo) e di discorrere di tempo atmosferico, clima, scale spaziali e temporali dei fenomeni meteo-climatici, strato limite e  microclima, mesoclima e macroclima.

Ciò fatto si affronterà il tema del monitoraggio dei fenomeni atmosferici nel vigneto con osservazioni “a vista” e misure con gli strumenti meteorologici (altro lascito della scuola di Galileo) facendo altresì cenno alle tecniche di monitoraggio fenologico delle vite.

Si passeranno infine in rapida rassegna le variabili atmosferiche che guidano la produzione viticola, soffermandosi poi in particolare sulla temperatura dell’aria e sulla stima delle risorse e delle limitazioni termiche per la viticoltura e discutendo dell’uso delle normali climatiche per stabilire il livello di anomalia di una annata.

  • 60,00

    (iva inclusa)
    Data: 16-01-2020
    Orario: 11:00 - 12:30
    Carta di credito Visa
    Carta di credito Visa
    Carta di credito Visa
    Carta di credito Visa